Banco delle Tre Venezie SPA

Misure per emergenza Covid-19

05/01/2021: Nuove regole europee in materia di Default dal 01/01/2021

Dal 1° gennaio 2021 Banco delle Tre Venezie SpA applica le nuove regole europee in materia di classificazione di un cliente inadempiente rispetto a un credito concesso dalla banca (cosiddetto "default"), introdotte dall'Autorità Bancaria Europea (EBA) e recepite a livello nazionale dalla Banca d'Italia.

La nuova disciplina, nota come "Nuova Definizione di Default", stabilisce criteri più restrittivi rispetto a quelli finora adottati sulle modalità di rimborso dei crediti da parte dei clienti, con l'obiettivo di uniformare le regole a livello comunitario.

Quando scatta l'inadempienza

Il passaggio a default avviene automaticamente se entrambe le componenti della soglia di rilevanza sono superate per oltre 90 giorni consecutivi.

La soglia di rilevanza è caratterizzata dalle seguenti componenti:

assoluta = 100 euro per persone fisiche e PMI 

                 500 euro per tutte le altre imprese e controparti

relativa = 1% dell'esposizione complessiva

Quando termina l'inadempienza

Lo stato di default permane per almeno 90 giorni dal momento in cui il cliente rientra dallo sconfino e/o ripiana i pagamenti arretrati.

Compensazioni tra le diverse posizioni del debitore nei confronti della banca

Non ammissibili, anche in presenza di disponibilità su altre linee di credito non utilizzate dal cliente.

Classificazione a default: quali conseguenze comporta

Con le nuove regole, dal 1° gennaio 2021, uno sconfinamento di conto corrente superiore alle soglie assolute di 100 o 500 euro indicate sopra, protratto per oltre 90 giorni, che rappresenti più dell'1% del totale delle esposizioni verso la banca, potrebbe in futuro rendere più difficile l'accesso al credito bancario per il cliente e per eventuali cointestatari.

 

Ulteriori informazioni sono disponibili qui:

ABI - Guida Default Imprese

ABI - Guida Default Persone Fisiche

ABI - Infografica Default

 

Banco delle Tre Venezie SpA